Sentiero natura cai n°9 da Contovello a Miramar

 

Sentiero natura cai n°9 da Contovello a Miramar

Bellissimo e panoramico sentiero che porta da Contovello al parco di miramare, ombreggiato e facilmente percorribile. Il ritorno invece è un pò più impegnativo ma ne vale assolutamente la pena percorrerlo, Il dislivello si aggira sui 220-240 metri. Fa parte dei “sentiero dei pescatori”.

Latitudine: 45.70480
Longitudine: 13.72094

Parcheggiata l’automobile nel piazzale di fronte la chiesetta a Contovello, vediamo subito il cartello che indica l’inizio del sentiero natura.

2016-09-25 13.23.45

Scendiamo circa per 300 metri lunga la strada asfaltata che ci porta allo stagno di Contovello…

2016-09-25 13.23.50

Arrivati allo stagno ci terremo sulla destra ( segnavia cai n°9 ).

Lo stagno di Contovello è di forma circolare, largo circa 40 metri e lungo 30 metri, per una profondità massima di 2 metri. Gli strati di roccia impermeabile favoriscono il flusso delle acque meteoriche e l’acqua in eccedenza scorre attraverso un canale . Nello stagno vivono alcune varietà di pesci, rane e tartarughe.

2016-09-25 16.16.42
Stagno di Contovello

 

 

2016-09-25 16.17.02

la strada asfaltata tutta in discesa ci porterà fino alla prima fontanella funzionante del percorso.

2016-09-25 13.26.23

Si arriva ad uno spiazzo con panche e tavoli e l’antica fontana ora abbandonata.

2016-09-25 13.32.01

2016-09-25 13.32.18

Prima fontanella funzionante:

2016-09-25 13.32.31

Continuiamo la discesa per un centinaio di metri fino ad arrivare in uno spiazzo ( si gode una bellissima vista ) e prenderemo la stradina sulla destra, sempre segnalata dal segnavia cai n°9.
Da qui comincia il sentiero dentro il bosco, la pavimentazione è in arenaria, in certi tratti un po sconnessa e con gradini, sempre in arenaria.

2016-09-25 13.34.41

Accesso ai campi coltivati , si tratta dell’area dove le antiche superfici terrazzate “pastini” caratterizzano ancora il paesaggio della costiera.

2016-09-25 13.36.40

lungo tutto il sentiero si trovano panchine in pietra, tutte ben conservate e stabili.

2016-09-25 13.37.46

Dopo alcuni minuti, troviamo un altro “punto di sosta” con panchine in pietra e la seconda fontanella funzionante.

2016-09-25 13.39.47

2016-09-25 13.40.02

2016-09-25 13.40.24

Da qui il punto più panoramico del sentiero. Peccato però che oltre ai soliti vandali, il cartellone informativo è scarabocchiato e poco leggibile, spiega i punti ( punta sottile, città, ecc ) del meraviglioso panorama della città.

2016-09-25 13.41.22

Per conto mio questo è la caratterista del sentiero, anche se restaurato una decina di anni fa, la natura ha avuto il sopravvento …

2016-09-25 13.43.09

2016-09-25 13.45.10

Arriviamo alla strada asfaltata, la attraverseremo ( segnavia posto sul palo della luce ). troveremo anche in cartellone informativo , poco leggibile però.

2016-09-25 13.47.20

Pochi minuti, una rampa di scale e giungeremo alla stazione ferroviaria di  Miramar:

La stazione di Miramar :

All’epoca della costruzione del castello di Miramar, nella seconda metà dell’Ottocento, si senti la necessità di creare una stazione ferroviaria sulla linea Trieste-Vienna, è cosi venne realizzata la stazione che oggi è per lo più utilizzata dagli studiosi del centro si fisica teorica, situato nelle vicinanze.
La sua costruzione fu voluta proprio dall’ Arciduca Massimiliano d’Asburgo;si può ancora vedere la rimessa delle sue carrozze nella zona sotto la stazione e una statua che ricorda il regnate.La struttura del porticato è in legno, con le colonnine a base quadrata, mentre le facciate, internamente in bicromia : colore marrone e bianco, sono quasi totalmente vetrate e gli infissi sono in legno e formano dei piccoli quadrati rettangolari, il manto di copertura è realizzato in lamiera che ben armonizza con il colore delle colonne del portico.

2016-09-25 13.48.48

2016-09-25 13.49.42

La ferrovia meridionale :

Gestita fino alla I guerra mondiale dall’Imperial Regia Privilegiata Società delle ferrovie meridionali (Sudbahn) doveva collegare Vienna, capitale dell’impero Austro-Ungarico , a Trieste, passando per il territorio sloveno. La sua costruzione iniziò nel 1842 presso la capitale, e l’imperatore Francesco Giuseppe giunse a Trieste in treno il giorno dell’inaugurazione , il 27 luglio 1857.
Carlo Ghega, ingegnere a cui spetto il compito di redigere il proggetto, decise di adottare il principio austriaco di valicare le Alpi con il percorso più breve,anche se tortuoso, e prevalentemente scoperto.La linea ferroviaria a doppio binario, sarebbe passata per Graz, Maribor,Lubiana e Postumia. L’apertura della ferrovia diede slancio alla cave di Trieste.

Prenderemo il sottopassagio…

2016-09-25 13.54.11

..arrivando sulla strada asfaltata che ci porterà all’ingresso superiore del parco di Miramar.

2016-09-25 13.54.24

.Sentiero  sempre ben segnalato

 

 

2016-09-25 13.55.30

Arrivati all’ingresso superiore del parco di Miramar.

2016-09-25 13.57.27

Orari di apertura del parco di Miramar:

Gennaio e febbraio : 8:00 – 16:00
Marzo : 8:00 – 17:00
Aprile e Maggio : 8:00 – 18:00
Giugno , Luglio e Agosto : 8:00 – 19:00
Settembre : 8:00 – 18:00
Ottobre : 8:00 – 17:00
Novembre e Dicembre : 8:00 – 15:00

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...